Valutare i rischi ed opportunità per garantire la continuità del business e per essere conformi alla ISO 9001:2015.

STRATEGIA AZIENDALE (ISO 9001:2015)

Il concetto di “analisi e gestione” del rischio di impresa oggi risulta essere chiave per garantire la continuità del business.

Rispetto agli anni scorsi a causa di diversi aspetti che riguardano il nostro territorio, ma anche più in genere la globalizzazione dei mercati, l’alta ricettività (ovvero una certa facilità nel piazzare i propri prodotti) e la possibilità di essere in grado di determinare il prezzo, ha permesso un certo “benessere” che oggi mediamente stiamo perdendo.

Senza dubbio occorre valorizzare l’impresa sui propri “asset”, che consentono all’azienda di contare su un futuro gestito e in continua crescita.
È qui che il concetto di analisi e gestione del rischio (Risk Based Thinking) si rivela importante, perché permette di individuare questi asset attribuendo ad essi un valore di insieme, di valutare i rischi ad essi connessi, mettendo in campo azioni per attenuare i possibili danni e favorire opportunità che potrebbero accrescere il potenziale, a garanzia del business futuro.

Proprio per i motivi appena detti, a proposito di ISO 9001 (Sistemi di Gestione per la Qualità), nella definizione della nuova norma (versione 2015: standard di riferimento per chi vuole competere ispirando il proprio agire all’efficienza e all’efficacia qualitativa dei processi aziendali), sono stati inseriti tra i vari requisiti di conformità, anche aspetti legati al Risk Based Thinking. 

Scarica l'allegato per approfondire

PDF downloadPer saperne di più oppure visualizzalo

Pin It